Abbi cura di splendere

Ci sono persone che ti fanno sentire così naturale, che maschere, carrillon e paure spariscono. Sembra che il mondo abbia completato la sua rivoluzione intorno al sole, la rotazione su se stesso, e tu alla luce di tutta la tua storia e di tutte le speranze pensi di essere arrivato a qualcosa di più grande di te.  Dire che credo che le cose non succedano per caso , ma facciano parte di un disegno, grande…

un insieme

un dominio, quasi matematico,

con i suoi codomini e le sue immagini.

E noi siamo l’immagine di quel qualcosa.
Dire che credo che le cose abbiano una loro logica mi fa pensare che tutte le lampadine, i lumini e i fuochi d’artificio che mi lascio dietro stiano lì per una ragione.

Ci vuole il coraggio per voltarsi e capire che le cose che ci portiamo dietro non finiscano per forza per creare incendi e spaventarci. 

Illuminano, invece, il nostro cammino, essendo l’immagine, limpida o fioca, di tutte le persone che hanno fatto parte della nostra vita. Anche di quelle che hanno cercato di soffiare contro il fuoco per spegnerlo o per fomentare l’incendio.
Dire che le cose e le persone non sono casuali non è un caso. 

E i disegni delle strade di ognuno di noi ne sono la prova. La vita è l’osservare più o meno da lontano un insieme di luci sparpagliate alle nostre spalle( sembrano stelle!) e mentre ci guardiamo avanti , scoprire l’infinita bellezza che ci ha custodito e che ci custodirà , di nuovo, ad ogni lumino che si accenderà sul nostro cammino. La vita, contemporaneamente, é l’essere illuminati tutto intorno da una luce riflessa da tutti i sorrisi di chi cammina accanto te. 

La vita é anche guardarci davanti e non sapere bene dove mettiamo i piedi , che non ci deve far paura. È sapersi affidare.. forse pensando e credendo che non si può inciampare se si cammina a fianco di persone che ci illuminano, a piccoli passi e senza grandi pretese. 

Questi passi, che si chiamano fiducia, hanno un rumore bello, che ti fa sentire a casa; rendono tutto naturale, come se si fosse parte di quella situazione a prescindere dal dove, dal quando e dal come. Familiare come il pranzo della domenica, la buonanotte della sera e le risate del prendersi in giro.

Passi che suonano naturali, come quando si ripercorrono i corridoi del cuore e si è pronti ad accogliere finalmente, chi chiede di entrare. 
Per ora tutto è illuminato intorno a me, non so da dove venga questa luce, o forse sì; ma per ora quasi non mi importa. Le giornate, le persone , la vita, illuminate in questo modo, mi piacciono. E voglio ringraziare ogni singola persona che un giorno per volta ha esposto la propria fiamma alle intemperie per alimentare la mia.. quando era tutto buio , quando mi tenevo le mani sugli occhi e non c’era passato, presente o futuro che tenesse. Ringrazio chi sa di essere una di quelle fiammelle preziose che hanno illuminato la mia vita. 
Tu puoi essere la luce di qualcuno…

abbi cura di splendere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...